Merletto Video

3 difficili incroci del merletto di Cluny

 

Come già sappiamo, gli incroci nel merletto di Cluny sono fondamentali, oserei dire la parte più importante, poiché permettono una corretta confluenza delle coppie nella lavorazione; permettendo inoltre il risultato di un lavoro “piatto”, evitando grossi incroci derivati dalla presenza di molte paia. E proprio da questa esigenza, mi è sembrato primordiale mostrarli in un video.

Nel video di oggi analizzeremo i 3 più importanti e difficili incroci di questo merletto. Vi dico già che ho preparato 3 cordette di due coppie cadauna, per poter eseguire i primi due incroci, mentre per l’ultimo incrocio vi serviranno 4 cordette da 2 paia. Per semplificare la spiegazione ho deciso di utilizzare i colori. Quindi i colori delle cordette sono: giallo, rosso, verde e bianco

Questo video lo dedico alla fiera di Novegro, alla quale  non ho potuto andare, ma soprattutto a Barbara Trimarchi e Michela Maschio, con le quali ci tenevo molto a condividere l’esperienza della fiera

Ma quando posso essere utilizzati questi incroci?  La risposta è, quando volete, dato che possono essere utilizzati sia quando state incrociando 3 Palmette (cliccate qui per vedere il video sulle palmette), sia quando state semplicemente incrociando 3 cordette, quindi è naturale che possono essere utilizzati anche al di fuori del merletto di cluny. Ovviamente io nel video per semplificare la spiegazione ho lavorato delle cordette (se vi siete persi il video dove spiego le cordette cliccate qui), voi potete benissimo provare subito con delle palmette se vi sentite.

Detto ciò, spero che questo video vi sia stato d’aiuto nell’apprendimento di questi incroci, ma se avete dei problemi, o se volete semplicemente farmi vedere i vostri risultati, potete contattarmi tramite mail o tramite la mia pagina facebook qui.  Se non siete ancora membri del mio diario, ma vorreste esserlo, Iscrivetevi e non perdetevi l’appuntamento di ogni venerdì con il mio nuovo video. Inoltre non dimenticatevi di condividere il video e di seguirmi sui social nei link sottostanti.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Vai alla barra degli strumenti