Consigli Video

Vlog 01 – Eventi, filati e domande

Eccomi puntuale con un’altro video che rispetta il format di cui vi parlavo la volta scorsa, ovvero il vlog, e devo ammettere che è un qualcosa di nuovo, che ho scoperto essere di mio grande gradimento, anche perchè sono ancora un po’ “timido” davanti alla telecamera, e questi video mi aiutano moltissimo a sciogliermi e a rompere il ghiaccio nella conversazione, quindi cercherò come mio solito di continuare sempre a migliorarmi anche sotto questo aspetto.

In questo video volevo subito annunciarvi che sarò presente al raduno della giornata della merlettaia Brianzola a Macherio, alla quale non vedo l’ora di partecipare domenica prossima 29 Maggio. Adoro questo tipo di raduni e adoro come ben sapete il pizzo di cantù, quindi la combinazione sarà fantastica. Cercherò ovviamente di fare un video, da postare come prossimo vlog, sono sicuro che vi piacerà immensamente.

Inoltre ho voluto parlare di filati, proprio perchè, secondo me sono un pezzo importante del merletto che è necessario conoscere e quindi capire. La conoscenza dei filati, ci permette inoltre di creare cose e merletti molti più belli, in quanto ci rendiamo veramente conto della differenza di lavorazione e di risultato. Io adoro lavorare con il cotone, ciononostante a volte penso sia necessario provare altri filati, in modo da mettersi alla prova e capire le differenze. chissà, magari si scoprono cose nuove proprio grazie a questo.

Ho cercato anche di rispondere alle domande più frequenti che mi vengono poste, ad ogni modo se vorresti chiedermi qualcosa, scrivimi un commento e vi risponderò nel prossimo vlog!  Se non siete ancora membri del mio diario, ma vorreste esserlo, Iscrivetevi e non perdetevi l’appuntamento ogni settimana con un mio nuovo video. Inoltre potete mettere mi piace alla pagina facebook che trovate in descrizione e non dimenticatevi di condividere il video e di seguirmi su twitter, pinterest e instagram!

 

You Might Also Like

1 Comment

  • Foto del profilo di giovannamoretti
    giovannamoretti
    02/08/2016 at 10:29 am

    Ciao Emanuele, un problema ostico è quello della pulizia e conservazione dei pizzi, sia nuovi, che vecchiotti che antichi, cioè con più di 100 anni. Ho visto sia su FB che su vari blog che quasi ogni ricamatrice ha la sua “ricetta infallibile” ma non ne ho mai trovate due uguali. Io ho sempre molto rspetto per le tradizioni perché è il tempo che dimostra l’efficacia di certi detergenti e di certe procedure ma mai ho trovato un approccio scientifico.
    Immagino che il primo passo sia la conoscenza del materiale che si deve pulire, lino – cotone – canapa – seta – lana, e poi un’attenta analisi della natura delle macchie da pulire: la ruggine non va trattata come le macchie di unto, di vino o di rossetto. Insomma il discorso è molto complesso. La mia idea sarebbe quella di vedere se ci sono dei testi sull’argomento e magari rivolgersi a qualche museo. Presso la Reggia di Venaria a Torino c’è un Centro per il restauro e la conservazione dei tessuti, immagino che anche il Museo Poldi Pezzoli di Milano ne abbia uno visto che ha la più importante raccolta di tappeti antichi d’Italia. C’è ovviamente anche l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze ma non ho trovato informazioni su seminari. Tu hai qualche idea o qualche suggerimento?

  • Leave a Reply

    Vai alla barra degli strumenti